Lago di Iseo

 

 lago iseo 770x162


Lago di Iseo: raffinato e “millesimato”


Poco mondano, troppo grande per essere uno dei numerosissimi laghetti di montagna italiani e non così piccolo per essere apprezzato fugacemente. Raffinato, piuttosto, con le sue ville dai colori pastello affacciate sull’acqua e, intorno, una corona di pievi e monasteri.

 Con una primadonna, Monte Isola – Montisola in dialetto bresciano -, la più grande isola lacustre d’Italia, che campeggia al centro del lago. Sulla sua vetta il bianco santuario della Madonna della Ceriola, sul suo orlo costiero piccole fabbriche di reti da pesca. Sono bandite le macchine, qui: una volta raggiunta, Monte Isola va assaggiata passeggiando, osservando, apprezzando la sfiziosa ristorazione locale e i superbi vini della Franciacorta. Incastonato fra ulivi e castagni, il lago di Iseo presenta scorci straordinari e diversificati: la costa occidentale rivela pareti a strapiombo sulle acque che lambiscono piccole calette e insenature, mentre quella orientale è ammorbidita da colline sulle cui cime il panorama è mozzafiato. Un lago, quello di Iseo, che abbraccia due province, quelle di Bergamo e Brescia, e vanta località una più sfiziosa dell’altra. A iniziare da Iseo, che regala il nome al lago, tutt’uno con il suo celebre lungolago, famoso per essere la meta di passeggiate a tutte le ore del giorno e fino a notte inoltrata. Il centro di Iseo rimanda a echi medievali e nella centralissima piazza Garibaldi campeggia la prima statua italiana dedicata all’eroe dei due mondi, realizzata nel 1883. Un armonioso incontro fra arte, storia e natura sul lago di Iseo lo si trova lungo il tracciato della Via Valeriana, a mezza costa lungo la sponda bresciana del lago. La partenza è a Pilzone e l’epilogo lo si raggiunge nella chiesa di Santa Maria della Neve, sotto gli affreschi cinquecenteschi del Romanino. Fra i borghi che si sviluppano lungo la Via Valeriana spicca Marone, che rivela il suo nucleo più antico nella frazione Pregasso. Tra Pilzone e Marone si affacciano sul lago Sale Marasino e Sulzano, quest’ultima con una chiesetta quattrocentesca e quanto rimane di un piccolo monastero. Dai disegni dell’arte passiamo a quelli della natura da ammirare nell’entroterra, dove merita una visita Zone, con le sue piramidi di terra, protette da una Riserva naturale regionale. 


E’ tutto un susseguirsi di località-gioiello anche la sponda bergamasca del lago di Iseo dove spiccano Sarnico e Lovere. Sarnico mantiene un caratteristico e compatto centro storico, con via Lantieri – la via principale – che ammicca con ristorantini e negozi, mentre le piazzette ospitano rassegne d’arte ed eventi. Il lungolago è una passeggiata imprescindibile così come passeggiare per i vicoli del centro storico che custodiscono tesori di architettura quattrocentesca, innanzitutto la Chiesa di San Paolo. Da ammirare sono anche ville storiche con decorazioni Liberty quali Villa Passeri, Villa Faccanoni e Villa Surre. Bella e signorile, all’imbocco della Val Canonica è Lovere, dalla quale ammirare la sponda bresciana con, sullo sfondo, le cime dell’Adamello. Vivace, frequentata, Lovere vanta la centralissima piazza XIII Martiri ricca di locali nei quali sostare, magari dopo aver scoperto le testimonianze medievali della località fortificata come la Torricella, la torre Soca e la torre degli Alghisi. Pregevole anche la Galleria dell’Accademia Tadini e i suoi dipinti di scuola veneta e lombarda. Tra Sarnico e Lovere si incontrano – e sono da visitare – Castro – di origine romana -, Riva di Solto, Predore – con la trecentesca torre di Micideno Foresti – e Tavernola Bergamasca. Da non perdere anche Costa Volpino, adagiata tra l’inizio della Valcamonica e l’affluenza del fiume Oglio nel lago di Iseo.

Dal 18 giugno al 3 luglio 2016, sul lago di Iseo, viene installata una passerella galleggiante, opera dell'artista Christo. Per approfondimenti: clicca qui

 


Luciana Francesca Rebonato

Web content manager
Tutti i diritti sono riservati


Forse ti può interessare...

▶ destinazione Italia
▶ città d'arte
▶ incantesimo italiano
▶ regioni italiane
▶ studiare l'italiano